Crea sito

Il Progetto

Gli ecomusei in Umbria sono promossi e regolamentati dalla legge regionale n. 34 del 14 dicembre 2007 "Promozione e disciplina degli Ecomusei" - la Regione Umbria riconosce gli Ecomusei come strumenti per tramandare, valorizzare e rafforzare i legami museo-comunità e uomo-territorio.  La Regione dispone la procedura tecnico scientifica di riconoscimento sulla base di un progetto di fattibilità valutato da un apposito istituto (Comitato tecnico scientifico). Con il successivo Regolamento R. 2/2010 sono state individuate le modalità e i requisiti per il riconoscimento degli Ecomusei. I punti fondamentali richiesti per l’accreditamento regionale sono costituiti dalla presentazione di una documentazione comprendente il progetto di fattibilità, redatto sulla base di un apposito disciplinare emanato dalla Regione.
L'accreditamento dell’ecomuseo del Tevere è stato approvato con Delibera di Giunta Regionale del 19 dicembre 2012, n. 1650, pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Umbria (BUR) n. 1 del 2 gennaio 2013, Serie Generale, Sezione II, pg. 24. Con tale atto l'ecomuseo del Tevere è entrato a far parte la parte della rete regionale degli Ecomusei riconosciuti dalla Regione Umbria. L'accreditamento al sistema regionale è stato possibile grazie alla partecipazione delle associazioni e dei cittadini delle sei aree che fanno parte dell'ecomuseo, i quali, attraverso un percorso durato diversi anni, ne hanno permesso la costituzione.  Gli strumenti fondamentali del piano, mappe di comunità e progetti di valorizzazione sono stati redatti attraverso un ampio coinvolgimento delle comunità delle aree che ne fanno parte.
I soci fondatori dell'Ecomuseo del Tevere sono il Comune di Perugia, il Comune di Umbertide e l'Associazione Ecomuseo del Fiume e della Torre. Tutti i soggetti interessati (associazioni, attività produttive ed economiche, enti pubblici e privati, singole persone) che si riconoscono negli obiettivi dell' Ecomuseo del Tevere possono dare la propria adesione.